6 Tecniche di successo dalla mano di Anna Wintour

ottobre 18, 2021

6 técnicas de éxito de la mano de Anna Wintour

Si dice dietro le quinte delle sfilate più impressionanti del mondo, che forse un solo gesto da parte sua può dare impulso o seppellire la tua carriera. Voci o meno, la verità è che un alto livello di influenza deve avere il magnate della moda: Anna Wintour, che in questo gigantesco settore della moda è quella che ha l'ultima parola.

Lodata da molti e criticata da molti altri, con più di 27 anni di esperienza professionale, è riuscita ad elevare il suo nome e quello della rivista americana magazine 'Vogue'. Se dovessimo definirlo in due parole, sarebbe: perfezionismo e leadership, visto che grazie a questo, riposano sulle sue spalle circa 47 milioni di posizioni che l'industria mondiale della moda muove, per la sua approvazione sono degli stilisti più influenti del mondo, fotografi, modelli e persino personaggi politici e dello spettacolo.

Ma c'è anche qualcosa di un po' più particolare in Anna Wintour, e mentre i tabloid e i media l'hanno definita fredda e calcolatrice, negli anni ha dimostrato di essere una donna che rende difficile, decisioni rischiose e controverse, dove infrangere le regole è stato all'ordine del giorno della sua vita quotidiana.

Ci sono poche interviste in cui ha svelato il suo segreto per il successo professionale, ma cita sempre qualcosa in particolare; 'essere chi sei', e può suonare elementare o molto elementare, che a prima vista non è più esattamente una formula segreta. Ma siamo onesti, a volte le cose più semplici sono le più difficili da implementare.

In Hanukeii, vogliamo condividere alcuni suggerimenti che l'imperatrice della moda ha implementato nel corso della sua vita per ritagliarsi una carriera di crescita costante e perseveranza, dove è dimostrato che il fashion business è intimidatorio e che a sua volta è un percorso divertente, pieno di creatività e leadership.

1. Non c'è spazio per la mediocrità

Anna Wintour

Cerca l'arte e l'originalità in tutto ciò che la circonda. Una collezione di un designer che non è innovativa, che ripete lo stesso, una creazione infondata o che imita i modelli di un altro designer, è nella sua testa un "impossibile". 'Non c'è niente di più noioso di chi opta per il ruolo di seguaci', dice Wintour, 'è qui che muore la capacità dell'essere umano di creare'.

Coloro che hanno lavorato con lei affermano che in certe occasioni quando qualcosa che considerava 'mediocre'entrava nel suo ufficio, non c'era bisogno di discutere con la stilista sul livello della sua collezione, dal momento che lei rispetta il livello del processo creativo che c'è dietro, tuttavia il suo silenzio è definitivo ed è lì che il suo team e gli stilisti sanno che la collezione non farà parte della prossima edizione. Come nessuno dei due di parata.

2. Spinta per essere potenziato.

Lei è una fedele sostenitrice di 'Dimmi con chi esci e ti dirò chi sei'. Per Wintour, il bisogno dell'essere umano di essere socievole pone anche una grande responsabilità su lui nei termini della selettività che questo implica. 'È importante circondarti di persone che ti ispirano, che tirano fuori la versione migliore di te e persino circondarti di persone che ti guidano, ma non ti trattengono'.

La migliore spiegazione per questo è il suo aneddoto con Marc Jacobs, che prima di incontrare Anna Wintour vedeva il suo percorso verso l'alto come designer un po' più complicato. A quel tempo lui e la sua compagna non avevano abbastanza soldi per allestire una sfilata ed è stato allora che Wintour,che, conoscendo, conosceva già il grande potenziale che aveva. In questo modo ha spostato alcuni pezzi e convinto Trump a prestargli la stanza del Plaza Hotel, e da lì il resto è storia.

3.Usa i tuoi punti deboli come strumento di lavoro

Anna Wintour

Anche se può sembrare uno scherzo, questo genio soffre di deficit di attenzione, ne ha sofferto per tutta la vita, ma non ha permesso che questo interferisse con la sua vita, anzi, ha scelto di lavorare sulla svolta diventa uno strumento a suo vantaggio Separa la sua vita personale dal lavoro, quindi al lavoro evita a tutti i costi conversazioni banali ed evita il contatto visivo, poiché questo tipo di azioni tendono a distrarla un po', infatti, come fatto curioso, è parte della sua strategia indossare occhiali da sole neri tutto il tempo. Infatti, opta per occhiali da sole geometrici oversize come i nostri Hyde Black o farfalla come il Lombard Black.

4. Sii puntuale

Fa parte della loro routine ed è uno dei segreti che molti imprenditori di successo hanno nella loro agenda: 'hai apprezzato il tuo tempo e quello di chi ti circonda, quindi sentirai che la giornata ha stato pienamente utilizzato '. Ad esempio, uno stilista può avere la migliore collezione del mondo, ma se è in ritardo a far aspettare i suoi spettatori è perché non ha pianificato e sta improvvisando all'ultimo minuto, da qui l'importanza di prestare sempre attenzione ai dettagli.

Oltre a questo, la sua mattinata inizia alle 5 del mattino, una partita di tennis è il suo primo gol della giornata, poi prende il caffè a colazione, passa il tempo con il suo animaletto e parla con i suoi bambini, poi ha il suo sessione di stilista e alle 8 è negli uffici di Vogue. Non è consentito stare sveglio tutta la notte e alle 18:00 è fuori ufficio, perché sa che fare gli straordinari è indice di bassa produttività. Rispetta persino il suo regime di sonno di 8 ore, quindi vederlo stare sveglio fino a tardi non fa per lui, anche se è il Met Gala.

5. "O conosci la moda o no"

Anna Wintour, Karl Lagerfeld

È un fedele sostenitore del talento innato delle persone e dello sviluppo di visioni creative, odia il 'fast fashion', la moda di massa senza un obiettivo. Sostiene i processi di design e arte che permeano lo spirito dell'autore, per lei è lì che sta il successo. La cosa divertente è che questa imperatrice dell'industria non ha finito il liceo, né ha frequentato il college.

Proveniente da una famiglia di editori, aveva imparato da suo padre che quando qualcuno è sicuro di ciò che vuole, le persone di solito tendono a reagire bene. Ed è un consiglio che ha seguito per tutta la vita. Non c'è spazio per il dubbio. Fidandosi sempre del suo istinto, del suo talento e del suo cuore, la sua conoscenza della moda è stata ciò che le ha permesso di prendere le proprie decisioni senza scusarsi.

Si dice che l'editore di Harper's Queen's 1982 Grace Mirabella abbia intervistato Anna Wintour per la posizione di assistente alla moda. È rimasta sorpresa perché le avevano consigliato questa ragazza che non era giornalista, editore o istruzione universitaria, ma aveva qualcosa che gli altri candidati non avevano: una visione diversa. Prima della fine del colloquio le è stato chiesto quale fosse il lavoro dei suoi sogni, al quale ha risposto: 'suo'. Anni dopo, Grace avrebbe lasciato la posizione per lasciarla nelle mani di quelle che in seguito sarebbero state conosciute come le "mida della moda". Sarebbe accaduto un nuovo capitolo nel settore.

6. Crea il tuo marchio personale

Anna Wintour Salma Hayek

Ultima ma non meno importante, Anna consiglia di creare il tuo marchio personale, lei oltre al suo ruolo nel settore come editor di Vogue, Harper's e art director di Condé Nast è 'Anna Wintour', e tutto ciò che va con esso fa parte della sua firma.In alcune interviste Anna ha commentato l'importanza di trovare la propria voce e lavorare come una squadra: 'senza una squadra non sei niente, quindi l'importanza di responsabilizzare coloro che supportano la tua visione e investire in loro, come in te, è chiave altrimenti la mediocrità ti accompagnerà sempre'

Il suo taglio caschetto lungo fino al mento e i suoi occhiali da sole neri, sono qualcosa che lo caratterizza da sempre, il suo viso inespressivo nelle sfilate, cosa vedranno i suoi occhi? Cosa ti passerà per la mente mentre migliaia di artisti aspettano la tua opinione? È qualcosa che porterà sempre con sé, la verità è che ora ricevono una telefonata da Anna Wintour sanno che lo sforzo è stato riconosciuto, con occhio critico, con gusto e stile.

DOMANDE FREQUENTI

1. Qual è stato il primo lavoro di Anna Wintour?

Abbandonando gli studi tradizionali, ha ottenuto il suo primo lavoro per Harper's Queen, nel Regno Unito, dove ha lavorato come assistente di moda.

2. Quando è stata creata la rivista Vogue?

Questa rivista risale al 1892, fondata negli Stati Uniti da Arthur Baldwin e successivamente acquistata da Condé Nast.

3. Chi è l'ideatore del MET gala?

L'ideatrice di questo evento di beneficenza e moda è Anna Wintour.Il MET gala si tiene ogni anno a cui partecipano personalità del settore della moda e dello spettacolo indossando i migliori modelli in base al tema dell'anno. Il denaro raccolto viene utilizzato per finanziare il Costume Institute del Metropolitan Museum di New York.

Andrea Vélez Redactora de Contenidos

.


Vedi articolo completo

El metaverso y el futuro de las compras online
Il Metaverso e il futuro dello shopping online

novembre 05, 2021

Immagina di fare acquisti online e di poter provare i nostri Hyde Black e vedere se sono gli occhiali giusti per te. Pazzo! Forse stiamo assistendo a una nuova fase di Internet: Il Metaverso. Nel nostro articolo di oggi vi diremo di cosa tratta questa cosa di cui tutti parlano. Rimarrai senza saperlo?
Vedi articolo completo
Gafas de sol XXL a lo Victoria Beckham y Marta Lozano
Occhiali da sole XXL alla Victoria Beckham e Marta Lozano

novembre 04, 2021

Nel nostro articolo di oggi abbiamo preparato tutto ciò che c'è da sapere sulla tendenza degli occhiali da sole XXL dalle mani di due prescrittori di moda come l'influencer Marta Lozano e la designer Victoria Beckham. Ti piacerebbe crearne uno tuo? A The Indian Face abbiamo il tipo di occhiali da sole perfetto per te.
Vedi articolo completo
Los 10 cafés más lindos del mundo
I 10 caffè più belli del mondo.

novembre 03, 2021

Ci sono città magiche, così come i luoghi e gli angoli che ci trovi, in questo caso ti abbiamo portato una lista con i 10 migliori café che puoi trovare al mondo, sono i il più bello e tra l'altro il più Instagrammable. Vuoi sapere quali sono?
Vedi articolo completo